Crack finanziario di Banca Marche, Banca Etruria, Carife, e Carichieti

L’Avv. Paola Pampana, forte dell’esperienza maturata in oltre 40 anni di professione in cause a difesa di risparmiatori truffati da intermediari finanziari anche contro gli organi di vigilanza (Banca di Italia, Consob, Ministero dello Sviluppo Economico, Miniestero del Lavoro e delle Politiche Sociali), sta studiando e valutando possibili azioni giudiziarie a tutela dei risparmiatori coinvolti nel crack finanziario di Banca Marche, Banca Etruria, Carife, e Carichieti, salvate dal fallimento con un provvedimento ad hoc del governo.

Ciò ha aperto un fronte di insolvenza che si stima abbia coinvolto circa 130 mila azionisti e 20mila titolari di obbligazioni subordinate; un crack da 800 milioni di euro, 350 dei quali afferirebbero ignari risparmiatori che rischiano di perdere tutto.

Lo studio è disponibile a fornire una consulenza legale sia con riferimento ai profili penalistici che civilistici nonché a raccogliere adesioni per proporre un azione cumulativa per ottenere in via giudiziale il risarcimento del danno singolarmente patito.